INFO

9 ottobre: una grande maratona teatrale con 9 spettacoli G8 Project

Leggi la news

G8 Project / FARE LUCE

Dal 19 al 22 luglio l’installazione ideata da Davide Livermore per il ventennale del G8

Un’installazione di memoria per elaborare il ricordo del G8 di Genova attraverso un atto collettivo.

Dal 19 al 22 luglio, esattamente negli stessi giorni in cui venti anni fa si tenne il summit degli 8 Grandi a Genova, un suggestivo percorso multimediale ideato da Davide Livermore sarà allestito all’interno del Teatro Ivo Chiesa per offrire agli spettatori una rigorosa ricostruzione storica di quelle drammatiche giornate.
Grazie a un’app sviluppata da ETT – azienda genovese leader nel settore dell’innovazione multimediale – gli spettatori potranno ritrovare una sorta di “cronaca pura degli eventi del G8 di Genova attraverso il mezzo più diffuso nella nostra quotidianità, il cellulare. All’interno di un enorme cubo bianco, completamente vuoto e spaesante, avvolti dalle musiche create da Stellare – Sartoria Sonora, potranno inquadrare con il proprio cellulare alcuni marker e sbloccare, livello dopo livello, i contenuti testuali. Elenchi, date, cifre, cronache, sentenze: una sintesi senza precedenti di ciò che accadde durante e attorno a quei giorni, un racconto suddiviso in dieci step che ciascun spettatore potrà comporre e poi portare via con sé sul proprio smartphone. Un gesto poetico e teatrale che invita a elaborare una memoria condivisa, comune e partecipata.

«In controtendenza al malcostume nazionale della rimozione dei fatti traumatici, vedi gli ultimi sessant’anni della storia italiana, viene offerta a tutti la possibilità di ricostruire gli eventi di quei quattro giorni senza intermediazioni di nessun tipo, immagini e filmati compresi» afferma Davide Livermore, che per Fare luce si è ispirato al modello della Casa della Memoria di Santiago del Cile.

L’installazione di memoria FARE LUCE / Making light sarà aperta al pubblico da lunedì 19 a giovedì 22 luglio 2021 dalle ore 14 alle 21. Ingresso gratuito su prenotazione. Alcuni smartphone saranno messi a disposizione degli spettatori che non ne possedessero uno proprio. Gli ingressi saranno contingentati per permettere a tutti di partecipare in sicurezza. Sarà possibile prenotare a questo link a partire da lunedì 12 luglio. Per informazioni è disponibile il numero telefonico 0105342304 dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 13.
I contenuti testuali sono stati realizzati con il contributo di Alessandra Balestra, Luciano Canfora, Stefania Opisso, Andrea Porcheddu, Margherita Rubino, Giulia Sanguineti, con la supervisione di Marco Menduni.

 

FARE LUCE è la prima tappa del G8 PROJECT, un articolato programma di iniziative con cui il Teatro Nazionale di Genova, sotto la direzione di Davide Livermore, invita a riflettere sul G8 del 2001 e sui primi vent’anni del nuovo millennio.  Il G8 PROJECT, realizzato in collaborazione con il Comune di Genova e la Regione Liguria, proseguirà in autunno con spettacoli, laboratori, incontri. In particolare dal 9 ottobre saranno messi in scena i nove testi commissionati ad altrettanti drammaturghi di diverse nazionalità, ciascuno in rappresentanza di uno dei paesi presenti al G8 del 2001 – Roland Schimmelpfennig (Germania), Fabrice Murgia (Unione Europea), Nathalie Fillion (Francia), Guillermo Verdecchia (Canada), Fausto Paravidino (Italia), Sabrina Mahfouz (Uk), Toshiro Suzue (Giappone), Wendy MacLeod (USA), Ivan Vyrypaev (Russia). La rassegna, intitolata Il mondo che abbiamo, ha la curatela del dramaturg del Teatro Nazionale di Genova, Andrea Porcheddu. Elena Dragonetti e Giorgio Scaramuzzino daranno vita invece a Quel che resta del fuoco, laboratorio con gli studenti delle superiori finalizzato alla creazione di uno spettacolo.

Sede legale
piazza Borgo Pila 42, 16129 Genova

010 53421
teatro@teatronazionalegenova.it

©2021 Teatro Nazionale di Genova |
P.IVA / Codice fiscale 00278900105

Questo sito fa uso di cookie per migliorare la vostra esperienza di navigazione. La prosecuzione della navigazione comporta la prestazione del consenso all'uso dei cookie. E’ possibile impedire il rilascio dei cookie rilasciati da ADFORM cliccando su Opt-Out al seguente link: site.adform.com/privacy-policy. È eventualmente possibile negare il consenso all'installazione di qualunque cookie.